Apre ArteGenova dai “mostri sacri” agli artisti emergenti

Apre ArteGenova, dai “mostri sacri” agli artisti emergenti

(Genova 15 febbraio 2024). Un omaggio a Mario Schifano maestro della Pop Art italiana con una quindicina delle sue opere tra il 1970 e il ’90 ed uno a Pino Pinelli esponente della pittura Analitica con opere di grandi dimensioni poco esposte prima d’ora; ma anche l’autoritratto che nel 1961 rese celebre Antonio Ligabue e una delle primissime linee di velocità con cui nel 1913 il torinese Giacomo Balla esprimeva il suo modo di concepire il Futurismo.

Sono solo alcune delle suggestioni che aspettano pubblico, collezionisti e mercanti d’arte alla Fiera di Genova, dove dal 16 al 18 febbraio al Padiglione Blu si terrà la 18^ ArteGenova.

La mostra- mercato d’arte moderna e contemporanea propone migliaia di opere di 540 grandi artisti internazionali più i lavori di altri 210 artisti emergenti, per un totale di 750 tra pittori, scultori, Street artist, performer e fotografi. Dopo le pause per il Covid e per i lavori in ambito fieristico, l’evento che richiama migliaia di visitatori può riprendere, sempre curato da Nord Est Fair, società leader nell’organizzazione di fiere d’arte e d’antiquariato in diverse città italiane. 

ArteGenova 

è una significativa vetrina internazionale dove spiccano le grandi firme che hanno fatto la storia dell’arte del Novecento, portate da 85 gallerie di altissimo livello giunte da quasi tutte le regioni italiane.

Si parla di: Picasso, Christo, Fontana, Warhol, De Chirico, BallaAccardi, Afro, Arman, Bansky, Boetti, Burri, Carrà, De Pisis, Guttuso, Haring, Hartung, Kusama, Mathieu, Morandi, Pistoletto, Rosai, Rotella, Santomaso, Sassu, Schifano, Sironi, Soffici, Tamburri, Vedova e molti altri.

Sono rappresentate 30 correnti artistiche a cui si sommano le suggestioni degli artisti che nell’11^ edizione della sezione Art Talent Show (C.A.T.S.) hanno modo di avvicinare un pubblico sensibile all’arte a cui proporre le loro opere dal valore fissato da regolamento sotto i 5.000 euro: a portarli sono associazioni culturali e artistiche, gallerie, gruppi di artisti. 

Tra le prossime conferenze e incontri, si segnalano: venerdì 16, ore 12, la presentazione del volume di Luciano Caprile “Carnet de voyage” (Edizioni AW Books). Con l’autore interverrà l’editrice Lorella Pagnucco Salvemini. E’ una raccolta di incontri, dialoghi e confidenze che il critico e scrittore d’arte genovese ha avuto con importanti artisti del ‘900 da Botero a Baj, da Guttuso a Burri, da Pomodoro a Scanavino; e con letterati come Luis Borges, Calvino, Moravia, Zavattini.  Alle ore 16: “Forme Fluide.

Opere di Eleonora Firenze” a cura di Claudia Migliore, critica e curatrice d’arte contemporanea. Sabato 17 alle 15: “Innovazione nell’arte” a cura di Marcella Curcio.

Presenta gli artisti che espone all’11^ edizione del Contemporary Art Talent Show di ArteGenova; e alle 17: “Lo spazio dell’arte” a cura di Mattea Micello. Presentazione delle opere d’arte presenti in fiera. Presa in esame dei diversi sistemi rappresentativi dello spazio di composizione tra reale, immaginario e simbolico.      

       Apre ArteGenova, dai “mostri sacri” agli artisti emergenti

Orari per il pubblico: tutti i giorni dalle ore 10 alle 20. Biglietti e informazioni sul sito www.artegenova.com. Il biglietto intero è di 12 euro (ridotto 8 euro), ma fino al giorno 15 febbraio online costerà 10 euro; gratis fino ai 12 anni e per scolaresche e accompagnatore. Ingresso da piazzale Kennedy con parcheggio gratuito sotto la tensostruttura. Sponsor Banca Mediolanum. 

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Verified by MonsterInsights