Ciclabili Veneto: da Calalzo di Cadore a Cortina D’Ampezzo

Ciclabili in Veneto, la Lunga Via delle Dolomiti, da Calalzo di Cadore a Cortina d’Ampezzo, è la pista ciclabile più suggestiva e tra le più belle d’Italia. Percorre tutto il Cadore da Calalzo (dove è possibile arrivare comodamente in treno – Via Stazione, 34 ad Calalzo di Cadore (BL) – Veneto) a Cortina D’Ampezzo ed volendo proseguire verso Dobbiaco BZ (Trentino Alto Adige).

Dove Dormire Low Cost COME A CASA

Ciclabili Veneto: da Calalzo di Cadore a Cortina D'Ampezzo in mtb e-bike adatti a tutti, i più facili per i bambini ma anche per esperti
Loc. Lagole – Calalzo di Cadore – BL – Veneto

Percorsi Facili adatti anche ai Bambini – Ciclabili Veneto: da Calalzo di Cadore a Cortina D’Ampezzo

Si consiglia fino ai 12 anni l’utilizzo di cammellino / rimorchio o carrello e caschetto. Alcuni tratti in discesa potrebbero essere pericolosi per i bambini e ragazzi.

1- Passo Cimabanche – Cortina d’Ampezzo (Ciclabili Veneto: da Calalzo di Cadore a Cortina D’Ampezzo)

Lunghezza Percorso13.6 Km
Dislivello in Salita300 Hm
Altezza massima1530 m
Strada secondaria asfaltata0
Ciclabile Asfaltata5.27 Km
Sterrato10.97 Km
Tempo di Percorrenza35 minuti circa

La Ciclabile si imbocca a Cimabanche in direzione sud Borca di Cadore – Calalzo di Cadore seguendo il percorso del torrente Boite. Poi nei pressi di San Vito di Cadore il tratto di ciclabile diventa un pochino impegnativa. Un susseguirsi di salite e discese su un fondo stradale sterrato rendono il tratto non facile. Attraversando il Ponte Giralba, dopo 150 mt si segue la direzione a sinistra. Infine attraversato il Paese Chiapuzza si segue la ciclabile ancora a sinistra e di nuovo si incrocia la ciclabile per rientrare a Cortina d’Ampezzo.

Un valido aiuto sono le e-Bike per le gite in montagna.

Numerosi sono i punti di noleggio:

Borca di Cadore San Vito di Cadore – Cortina d’Ampezzo – Auronzo di Cadore – Calalzo di Cadore – Pieve di Cadore – Val di Zoldo

2- Borca di Cadore – Calalzo di Cadore (ritorno verso Cortina con servizio DolomitiBus) (Ciclabili Veneto: da Calalzo di Cadore a Cortina D’Ampezzo)

Lunghezza percorso18.50 Km
Dislivello in salita90 Hm
Altezza massima1224 m
Ciclabile Asfaltata11.5 Km
Sterrato7 Km
Tempo di percorrenza 1 ora circa

Da Borca di Cadore è possibile scendere in lieve discesa lungo tutta la Valle del Boite fino a Calalzo di Cadore lungo la Ciclabile delle Dolomiti.

Percorsi di media difficoltà– Ciclabili Veneto: da Calalzo di Cadore a Cortina D’Ampezzo

3- Cortina d’Ampezzo – Fiames / Cimabanche – Cortina d’Ampezzo (Ciclabili Veneto: da Calalzo di Cadore a Cortina D’Ampezzo)

Lunghezza Percorso 15 Km
Dislivello in salita150 Hm
Altezza massima1330 m
Ciclabile Asfaltata6 Km
Sterrato9 Km
Tempo di percorrenza 25 min circa

Un percorso ciclabile, percorribile in entrambe le direzioni senza grosse salite. Il dislivello max in salita infatti è di 140 Hm. Percorrendo la ciclabile in direzione nord Fiames / Cimabanche, al termine del tratto asfaltato all’incrocio si svolta a sinistra. A questo punto è necessario l’attraversamento della SS 51 Alemagna (prestare molta attenzione!!! – Tratto Pericoloso) e si prosegue verso il Camping Olympia. Infine eseguito il giro intorno al Pian de Ra Spines si rientra verso Cortina D’Ampezzo seguendo il percorso di andata.

4- Cortina d’Ampezzo – Rifugio Dibona (Ciclabili Veneto: da Calalzo di Cadore a Cortina D’Ampezzo)

Lunghezza percorso22 Km
Dislivello in salita900 Hm
Altezza massima2083 m
Strada asfaltata7 Km
Sterrato15 Km
Tempo di percorrenza1 ora e 40 min circa

Da Cortina percorrere la SS in direzione del Passo Falzarego, superato il Ponte Corona svoltare a sinistra verso il villaggio di Mortija. Dopo aver attraversato il villaggio si prende la strada sterrata per il Lago d’Ajal. Un ponticello permette l’attraversamento della condotta della centrale idroelettrica di Campo, poi ancora un altro ponte per l’attraversamento di Rio Costeana. Al villaggio di Campo si svolta a destra verso il Lago d’Ajal.

Seguire in direzione del Cason del Macaron e Malga Peziè de Parù. Proseguire poi verso destra fino alla Str. Regionale per il Passo Giau a sinistra. Dopo qualche metro a destra superata la sbarra proseguire verso Malga Peziè su strerrato e poi per la nuova strada che sale fino ad incrociare la Str. Regionale per il Passo Falzarego. Attraversata la SR proseguire su sterrato fino alla Locanda del Cantoniere. Si prosegue costeggiando il laghetto artificiale fino all’incrocio con la strada che porta al Rifugio Dibona, aperta al traffico di auto (Prestare attenzione!). Il ritorno è il percorso dell’andata a ritroso.


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Verified by MonsterInsights