I segreti dello Svapo in Fiera il 25 e 26 novembre

Vaping Expo Padova. Svelati a Padova i "segreti" dello Svapo  in fiera il 25 e 26 novembre 2023 a Padova - Veneto

I marchi internazionali di 7 paesi alla 2^ edizione in Fiera a Padova – 25 e 26 novembre 

Vaping Expo PadovaSvelati a Padova i “segreti” dello Svapo 

(Padova 21 novembre 2023) Ormai da 10 anni il Dizionario Treccani ha inserito tra i nuovi neologismi il verbo svapare, ossia fumare una sigaretta elettronica: quindi anche nel linguaggio comune svapo e svapare non dovrebbero essere tanto sconosciuti ai più (I segreti dello Svapo in Fiera il 25 e 26 novembre). E invece i “segreti” dell’uso delle sigarette elettroniche sono ancora tanti: per questo alla Fiera di Padova la 2^ edizione di Vaping Expo Padova – fiera internazionale della sigaretta elettronica, sabato 25 e domenica 26 novembre si prefigge di svelarli. 

La provincia di Padova e il Veneto sono tra i luoghi in Italia dove il fenomeno (non è una moda) è più largamente diffuso. Per questo è grande il richiamo dell’evento che nel 2022 in piena pandemia ha riunito oltre 7.000 visitatori. Con 70 espositori partecipanti alla 2^ edizione – per il 40% stranieri – l’organizzatoreRinaldo Cavalletto ricorda che questo sarà tra i principali eventi del settore in Italia: “Qui i principali marchi internazionali incontreranno distributori e utilizzatori finali dei prodotti Vaping che sono atomizzatori, dripper, liquidi, sigarette elettroniche e molto altro. In Fiera potrà entrare soltanto un pubblico maggiorenne che avrà modo di provare i prodotti, assaggiarli e ricevere campioni gratuiti”. 

Al padiglione 7 del quartiere fieristico padovano, Vaping Expo Padova 2023 avrà una superficie espositiva di 500 metri quadrati dedicata alle novità di prodotti e accessori per il fumo elettronico in arrivo da Cina, Emirati Arabi, Germania, Inghilterra, Polonia, Grecia e Italia. Sarà anche allestito un info-svapo dove negozianti e commercianti forniranno dettagli sulle novità e sulle nuove normative, spiegando anche quali sono le procedure per aprire un negozio specializzato. In Fiera saranno presentate le ultime tendenze del mercato internazionale, inclusi i liquidi italiani che continuano ad essere molto apprezzati dai consumatori di tutto il mondo. All’ingresso di Vaping Expo Padova nello spazio info svapo i visitatori meno esperti potranno anche ottenere informazioni su come smettere di fumare le tradizionali sigarette al tabacco, optando per l’alternativa riconosciuta come “meno dannosa” e anche come la principale in grado di eliminare la dipendenza. Verrà anche spiegato come iniziare, in cosa consiste il processo di svapare, vantaggi e svantaggi dei vari metodi, i diversi tipi di sigarette elettroniche, le ultime novità nei dispositivi monouso e la scelta tra gli atomizzatori. 

Vaping Expo Padova è aperta gratuitamente al solo pubblico maggiorenne, in orario continuato 10 – 19. Per accedere è necessario compilare online il breve modulo (chi è già stato alla scorsa edizione dovrà soltanto indicare la propria email). L’accesso prevede la presentazione del biglietto stampato all’ingresso del padiglione 7 su via Tommaseo. Accesso consentito agli animali domestici (in braccio i piccoli, con museruola gli altri).  www.vapingexpo.it

Il mondo della sigaretta elettronica in sintesi – I segreti dello Svapo in Fiera il 25 e 26 novembre

Passare dalla sigaretta di carta a quella elettronica è possibile, ma richiede un accostamento graduale, o per lo meno una minima preparazione. Perché il mondo Svapo è talmente vasto e articolato da richiedere un minimo di preparazione: in cambio il fumatore si troverà di fronte a un’ampia gamma di gusti e supporti che ne solleticheranno la curiosità. 

Esistono le sigarette elettroniche complete per principianti e altre adatte a chi è già esperto. La scelta iniziale va fatta tra le 3 classi di modelli: Pod Mod ovvero i più semplici e di dimensioni ridotte, Tubi e Pen Style (a forma tubolare) mentre gli esperti si indirizzano verso i Box Mod dotati di batterie capienti. E ci sono le sigarette elettroniche Puff usa e getta.

Esistono poi i liquidi con o senza nicotina, tabaccosi, cremosi, fruttati, mentolati, aromatizzati senza nicotina, scomposti.

Ci sono i liquidi base neutri con o senza nicotina utilizzabili così o con l’aggiunta di aromi.

Esistono il Glicerolo Vegetale e il Glicole propilenico da miscelare per realizzare una base neutra.

Esistono le Pod precaricate.

Esistono gli aromi concentrati da diluire per realizzare miscele personalizzate. 

Poi ci sono gli atomizzatori rigenerabili e i Dripping rivolti ai fumatori esperti.

Ma non è finita. Servono le batterie di voltaggio variabile in colorazioni diverse; e i diversi accessori: dai carica batterie agli astucci, dagli anelli adattatori al merchandising. Il tutto sembra fatto apposta per catturare la curiosità e il gusto del singolo fumatore, diventando un prodotto fatto apposta per lui. Un modo per coccolare ciascuno molto più di quanto riesca a fare la semplice sigaretta di carta. 

Si inizia a fumare per imitare genitori e fratelli

A proposito dell’uso di sigarette tradizionali il Rapporto annuale sul fumo dell’Istituto Superiore di Sanità del 2017 rivela che 1 maschio italiano su 4 è fumatore e 1 italiana su 8 fuma. Il fenomeno in Italia è molto più presente rispetto alla media mondiale nei più giovani: il 15% dei maschi italiani tra 14 e 19 anni fuma (a livello mondiale tra i 15 e i 19 anni è il 10,6%) e il 9,2% delle femmine italiane della stessa fascia d’età è fumatrice contro il 3% delle femmine a livello globale. 

Sui motivi per cui si inizia a fumare (indagine DOXA-ISS 2017) circa il 23% degli intervistati mette al primo posto il piacere per la sensazione; seguono nel 9,1% delle femmine italiane l’imitazione di quanto visto fare in famiglia, l’8,2% dei maschi dice che fumare fa sentire più grandi, il 6,9% dei maschi ammette poi che conta l’imitazione familiare, mentre l’influenza del partner conta per il 5,2% delle femmine e per il 3,1% dei maschi. 

… e con lo Svapo

A proposito dei comportamenti determinati invece dall’uso della sigaretta elettronica, nella stessa ricerca emerge che il 34,9% del campione non ha cambiato le abitudini che aveva prima, il 25,7% ha diminuito il fumo tradizionale, il 22,1% ha invece o iniziato a fumare sigarette di carta o ha ripreso e il 14,4% ha smesso di fumare.   

E-Cig o Svapo – I segreti dello Svapo in Fiera il 25 e 26 novembre

La sigaretta elettronica si chiama E- Cig oppure Svapo. Secondo l’Istituto Superiore di Sanità nel 2022 in Italia gli utilizzatori abituali e occasionali di e-cig sono circa 1.200.000 (pari al 2,4% della popolazione). E se tra loro questo tipo di fumo ha attratto il 2,8% di persone che non avevano mai fumato prima, nell’81,9% dei casi si tratta di consumatori che fumano sia le sigarette tradizionali sia le e-cig (soprattutto contenenti nicotina). E-cig è lo strumento più diffuso tra quanti provano a smettere di fumare: 1 fumatore su 10 tenta questa strada preferendola ad altri metodi (farmaci, centri antifumo) e il 17,7% di loro ci riesce. La scienza non ha ancora dati sufficienti per poter valutare gli effetti dello Svapo a lungo termine, anche se le e-cig con nicotina hanno probabilmente gli stessi effetti della sigaretta in quanto a dipendenza e cardiovascolare.

Autore: Roberto Brumat

/ 5
Grazie per aver votato!
Verified by MonsterInsights